Stampa

Cambio delle regole FIFA per Agenti e Procuratori di calciatori

Dal 1 aprile 2015 è entrata in vigore una nuova figura nel mondo del calcio, ovvero quella dell'intermediario che va a sostituire quella dell'Agente. La Fifa ha voluto questo cambiamento radicale che ha fatto scaturire non poche polemiche, non solo all'interno della categoria professionale, ma in tutto il Mondo del calcio.

Con il provvedimento approvato dal Comitato esecutivo a Marzo 2014, e poi ratificato dal Congresso pre-mondiale in Giugno, la Fifa ha "cancellato giuridicamente" una professione. Di certo, è innegabile che già con i previgenti regolamenti, il nostro ambiente era popolato di abusivi ed improvvisati, ma lo spauracchio del "deferimento" per calciatori, club oltre che per gli stessi agenti, ha sempre rappresentato un valido deterrente. Invece "deregolamentando" e permettendo un accesso incontrollato alla attività (secondo il nuovo regolamento, non è più previsto l'esame di abilitazione, nè la stipula della polizza assicurativa di rischio professionale) viene cancellata la vera e propria "substantia professionale" della figura dell'agente; ciò nel migliore dei casi "autorizzerà" il proliferare di azioni di disturbo dei "dilettanti allo sbaraglio", generando irrimediabilmente grande confusione, ma anche recando presumibilmente danni ai club e ai calciatori (effettivi fruitori dei nostri servizi); inutile poi tacere sulla concreta possibilità che il sistema calcio attraverso questo nuovo assetto, possa inquinarsi ancor di più di quanto lo sia già, con conseguenze anche abbastanza pericolose ed a posteriori indebellabili, che esorbiteranno i confini dell'ambito prettamente sportivo.

Le indicazioni fornite dalla Fifa in questo nuovo "pseudo-regolamento" prevedono che qualsiasi soggetto, persona fisica o giuridica, possa operare come intermediario, basterà pagare una quota annuale di iscrizione in un registro (non qualificativo, ma di semplice trascrizione, è bene precisarlo), e redigere una "autocertificazione" che attesti la propria onorabilità.

on 24 Maggio 2016
Visite: 588